Cambiamenti della superficie oculare in pazienti glaucomatosi con differente principio attivo ipotonizzante

Michele IESTER1, Andrea PERDICCHI2, Chiara DEL NOCE1, for the Beta-Blocker Study Group* 1Laboratorio clinico anatomo-funzionale per la diagnosi e il trattamento del glaucoma e della malattie neurooftalmologiche, Clinica Oculistica, DiNOGMI, Università DI Genova, Genova 2Dipartimento di Oftalmologia, Ospedale Sant’Andrea, Università La Sapienza, Roma INTRODUZIONE Il trattamento ipotonizzante rappresenta lo strumento terapeutico fondamentale nei pazienti affetti... read more
Fotostimolazione con laser giallo micropulsato in residuo distacco retinico postchirugico

Pier Luigi ESPOSTI1,2, Rosario DENARO3, Eduardo MOTOLESE1, Mario FRUSCHELLI1, Giulia ESPOSTI4, Giorgio DORIN5, Ennio POLITO3, Paolo FREZZOTTI1 INTRODUZIONE E OBIETTIVO Per Distacco di Retina Regmatogeno (DRR) si definisce la separazione del Neuroepitelio (NE) dal sottostante Epitelio Pigmentato Retinico (EPR) con passaggio di vitreo nello spazio virtuale tra i due foglietti, lo spazio sottoretinico, attraverso una... read more
Efficacia e tollerabilità dell’acido ialuronico associato a citicolina e vitamina B12 sulle alterazioni post-chirurgiche della superficie corneale dopo interventi di cross-linking, PRK e FemtoLASIK

Luca GUALDI, Massimo GUALDI, Federica GUALDI, Veronica CAPPELLO D.O.M.A. Diagnostica Oculistica e Microchirurgia Ambulatoriale, Roma INTRODUZIONE E OBIETTIVO Dopo un trattamento di chirurgia refrattiva (PRK e FemtoLASIK) e cross-linking vengono comunemente associati alla terapia antibiotico- steroidea dei sostituti lacrimali ad esempio a base di acido ialuronico per favorire la corretta riepitelizzazione corneale. Recentemente si è... read more
Valutazione clinica di una soluzione oftalmica a base di acido lipoico, aminoacidi ed ipromellosa in pazienti diabetici

Elena VALLENZASCA, Paolo FOGAGNOLO, Emanuele MAGGIOLO, Luca ROSSETTI Clinica Oculistica, Ospedale San Paolo, Università degli Studi di Milano, Milano INTRODUZIONE Il diabete è una patologia che determina frequentemente complicanze oculari. Oltre alla retinopatia diabetica e la cataratta diabetica – condizioni gravi che possono portare fino a cecità – il diabete determina, già nelle sue fasi... read more
Correzione dell’astigmatismo in associazione ad intervento di cataratta: confronto tra incisioni rilassanti corneali e impianto di iol toriche

Enrico MARTINI1, Iacopo GUIDOTTI2, Raffaella LA COPPOLA1 1 Unità Operativa di Oculistica, Nuovo Ospedale di Sassuolo, Sassuolo (MO) 2 Servizio di Oculistica, Casa di Cura Villa Erbosa, Bologna INTRODUZIONE La correzione dell’astigmatismo al momento di un intervento di cataratta è divenuta negli ultimi anni un obiettivo assai importante per il chirurgo oftalmico, nella considerazione che... read more
Applicazioni cliniche di una case-finding strategy per il glaucoma primario ad angolo aperto (poag): efficacia e razionalizzazione dei costi

Pier Franco MARINO Ambulatorio Oculistico Fondi – Distretto Centro – ASL Latina INTRODUZIONE L’importanza del depistaggio precoce Il glaucoma è una patologia cronica ed evolutiva che, non trattata, causa la progressiva perdita della vista. I benefici di una diagnosi e presa in carico precoci sono stati dimostrati da numerosi studi. L’Early Manifest Glaucoma Treatment Study... read more
Cambiamenti morfologici e funzionali della superficie oculare in pazienti trattati con analoghi delle prostaglandine dopo l’uso di tsp 0,5%®, collirio privo di conservanti. Studio prospettico e multicentrico

Aldo VAGGE1, Michele BONINO1, Michele IESTER1, Carlo E. TRAVERSO1, Francesco ODDONE2, Paolo FOGAGNOLO3, Paolo FREZZOTTI4, Michele FIGUS5, Stefano LAZZERI5, Chiara POSARELLI5, Luca MARTINI5, Marco NARDI5, Ilaria MOTOLESE4, Edoardo MOTOLESE4, Luca ROSSETTI3, Marco CENTOFANTI2, Lucia TANGA5 1 Laboratorio clinico anatomo-funzionale per la diagnosi e il trattamento del glaucoma e della malattie neurooftalmologiche, Clinica Oculistica, DiNOGMI, Università... read more
Umor acqueo artificiale come standard per l’analisi cromatografica della penetrazione di farmaci in camera anteriore

Giorgio SANGALLI2, Angelo MACRÌ1,2, Valeria MARINI3, Francesca MATTIOLI3, Michele IESTER2 1 IRCSS – Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST – Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, Genova 2 DINOGMI – Dipartimento di Neuroscienze, Oftalmologia, Genetica e Materno-Infantile dell’Università degli studi di Genova, Genova 3 Sezione di Farmacologia e Tossicologia Clinica del Di.M.I. dell’Università degli... read more
Un caso di leucemia acuta promielocitica

Giuseppe MANNINO, Angela CIARNELLA, Silvia CALAFIORE, Giorgia MARAONE, Sara VERRILLI, Cristina MANNINO Facoltà di Medicina e Psicologia, Università “Sapienza” di Roma – Dipartimento NESMOS, U.O.C. di Oftalmologia, Direttore Prof. S. M. Recupero – Ospedale Sant’Andrea INTRODUZIONE E OBIETTIVI La LAM promielocitica (M3, classificazione FAB) è una neoplasia maligna dei precursori della linea mieloide ed è... read more
Efficacia e sicurezza di Optive Fusion in pazienti glaucomatosi con disturbi di superficie oculare

Laura OTTOBELLI, Paolo FOGAGNOLO, Luca ROSSETTI Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze della Salute, Ospedale San Paolo, Clinica Oculistica INTRODUZIONE E OBIETTIVO La superficie oculare (SO) costituisce l’interfaccia dell’occhio con l’ambiente esterno ed è un sistema costituito dagli “epiteli di cornea, congiuntiva, ghiandola lacrimale principale, ghiandole lacrimali accessorie, dotto nasolacrimale, ghiandole di Meibomio... read more
Foveal Cavitation: pattern oct comune a diverse distrofie maculari

Francesco BANDELLO, Maria Vittoria CICINELLI, Maurizio BATTAGLIA PARODI Clinica Oculistica Università Vita-Salute Istituto Scientifico San Raffaele, Milano INTRODUZIONE La tomografia ottica a radiazione coerente (OCT) è una metodica di imaging non invasiva recentemente diffusasi, che fornisce sezioni tomografiche verticali ad alta risoluzione. L’OCT consente lo studio in vivo degli strati interni della retina e della... read more
Disabilità visiva nella neuropatia ottica ereditaria di Leber: dalla diagnosi precoce alla riabilitazione

Silvana GUERRIERO, Vittoria PETRUZZELLA, Stefano ZOCCOLELLA, Gabriella LA TEGOLA, Maria TROJANO, Carlo SBORGIA Dipartimento di Scienze Mediche di Base, Neuroscienze ed Organi di Senso, Università degli Studi di Bari, Bari INTRODUZIONE La Neuropatia Ottica Ereditaria di Leber (Leber’s hereditary optic Neuropathy, LHON) è una malattia rara che colpisce prevalentemente giovani di sesso maschile, caratterizzata dalla... read more
Affidabilità del Pentacam nello Screening della Chiusura Primaria d’Angolo e del Glaucoma Primario ad Angolo Chiuso

Teresa ROLLE, Elena ISAIA, Edoardo GROSSO, Beatrice BROGLIATTI, Federico Maria GRIGNOLO Università degli Studi di Torino, Dipartimento Scienze Chirurgiche – Clinica Oculistica Direttore Prof. Federico M. Grignolo INTRODUZIONE La Chiusura Primaria d’Angolo1 (PAC) può essere osservata in occhi anatomicamente predisposti nei quali la visione viene compromessa dall’aumento di IOP come una conseguenza del blocco del... read more
Prospettive di Impiego dell’Autofluorescenza del Fondo Oculare

Francesco BANDELLO, Maria Vittoria CICINELLI, Maurizio BATTAGLIA PARODI Clinica Oculistica, Università Vita-Salute, Istituto Scientifico San Raffaele, Milano INTRODUZIONE L’Autofluorescenza del fondo oculare rappresenta una metodica di diagnostica per immagini non invasiva che sfrutta la capacità di alcune sostanze normalmente presenti a livello della retina di comportarsi come fluorofori, cioè di emettere energia luminosa quando colpite... read more
Caso clinico di un corpo estraneo corneale con diagnosi e management conservativo a lungo termine

Ilaria Motolese *, Paolo Frezzotti**, Michele Iester ***, Mario Fruschelli**, Edoardo Motolese ** INTRODUZIONE Il sistema immunitario intrinseco dell’occhio a protezione degli agenti patogeni esterni rappresenta senza dubbio il primo requisito fondamentale per preservare l’acuità visiva. Il film lacrimale, le ghiandole lacrimali, l’epitelio corneale e congiuntivale, le ghiandole del Meibomio lavorano insieme a costituire una... read more
Preparati galenici antibiotici oftalmici: studio di stabilità chimico fisica e microbiologica collirio di vancomicina fortificata

Chiara Del Noce 1, Antonella Pittaluga 2, Marina Papadia 1, Giorgia Lagostena 2, Carlo Enrico Traverso 1 INTRODUZIONE E OBIETTIVO L’ampio utilizzo di colliri antibiotici ha determinato un aumento nell’incidenza di infezioni causate da germi resistenti ai colliri presenti in commercio1. Le infezioni oculari batteriche sono gravi patologie per le quali non esistono farmaci topici... read more
Diffusione e modalità di utilizzo delle lenti a contatto tra gli adolescenti

Alessandro Abbouda 1, Giuseppina Sforza 2, Lucia Restivo 1, Alfredo Sapia 1, Alice Bruscolini 1, Maria Pia Pirraglia 1, Paola Pivetti Pezzi 1 Introduzione e obiettivo Le lenti a contatto (LAC) rappresentano un ausilio relativamente economico ed efficace per la correzione dei difetti visivi. Lo stile di vita degli adolescenti ha portato progressivamente ad un... read more
Differenza dello spessore corneale tra i due occhi dello stesso paziente e gravità del danno glaucomatoso

Michele Iester 1, Paolo Brusini 2, Paolo Frezzotti 3, Gianluca Manni 4, Daniela Paoli 5, Maurizio Rolando 1, Teresa Rolle 6, Maurizio Uva 7, Serena Telani 1, Ambra Caprari1, Romeo Altafini 8, Michele Figus 9, Enrico Martini 10, Giovanni Milano 11, Andrea Perdicchi 12, Luca Rossetti 13, Paolo Fogagnolo 13, Alessandro Rossi 14, Gemma Rossi... read more
Valutazione della progressione del danno perimetrico in soggetti con glaucoma iniziale ad angolo aperto tonometricamente compensati e in trattamento con citicolina in soluzione orale

Donatella Caprino 1, Gianluca Scuderi 2, Santi Maria Recupero 2, Luca Scuderi 2 INTRODUZIONE E OBIETTIVO La patologia glaucomatosa è una neuropatia ottica cronico-degenerativa che riconosce nell’aumento della pressione intraoculare (IOP) il principale fattore di rischio. Questa malattia è caratterizzata da un progressivo danneggiamento del nervo ottico per degenerazione delle cellule ganglionari retiniche, valutabile dal... read more
Corioretinopatia sierosa centrale cronica: nuove prospettive terapeutiche con il laser diodo micropulsato iq 577-nm, nostra iniziale esperienza

Pier Luigi Esposti 1-2, Rosario Denaro 2, Paolo Frezzotti 2, Ennio Polito 2, Pietro Mittica 2, Maria Cristina Sparagna 2, Giulia Esposti 3, Mario Fruschelli 2, Ilaria Motolese 4 INTRODUZIONE La Retinopatia, o Corioretinopatia, Sierosa Centrale (RSC), è una patologia idiopatica1 della barriera ematoretinica esterna che coinvolge la regione maculare della retina ed è caratterizzata... read more
Valutazione delle associazioni tra polimorfismi del gene OPA 1 e glaucoma normotensivo in Italia

Paolo Frezzotti 1A, Alessandra Rufa 1B, Ilaria Motolese 3, Michele Iester 2, Gian Nicola Gallus1B, Elena Cardaioli 1B, Simone Alex Bagaglia 1A, Pietro Mittica 1A, Cristina Menicacci 1A, Dario Turco 1A, Antonio Federico 1B, Eduardo Motolese 1A. INTRODUZIONE Il glaucoma è la seconda causa di cecità irreversibile nel mondo1,2 ed è caratterizzato da una progressiva... read more
Impianto intravitreale a rilascio di desametasone

Elisabetta Miserocchi, Maura Di Nicola, Marco Pastore , Giulio Modorati, Francesco Bandello INTRODUZIONE Le uveiti sono delle patologie rare responsabili di circa il 2.8-10% dei casi di cecità globale negli Stati Uniti. Il calo visivo è più frequente nelle forme di uveite posteriore, intermedia e nelle panuveite che rappresentano il 30-40% dei casi totali di... read more
Effetti di un collirio con acido ialuronico, estratto di echinacea e aminoacidi sulle alterazioni dell’epitelio corneale in pazienti glaucomatosi in terapia cronica ipotonizzante

Giuseppe Battiloro, Genoveffa Iannacci, Domenico Lacerenza ASP, Dipartimento di Oculistica,Presidio Ospedaliero San Francesco, Via Appia 68 – 85029 Venosa (PZ) INTRODUZIONE I pazienti affetti da glaucoma primario ad angolo aperto (POAG) necessitano di una terapia topica cronica che sia efficace nel produrre un effetto ipotonizzante. L’uso cronico di colliri può però causare fenomeni di irritazione... read more
Modificazioni retiniche morfo-funzionali a lungo termine nella degenerazione maculare di tipo secco in terapia con supplementazione orale a base di Luteina, Zeaxantina, DHA microalgale, Tocotrienoli, Vitamine e Minerali (Maculife®) per 24 mesi

Monica Varano, Antonluca Boninfante, Lucia Ziccardi, Francesco Oddone, Paola Giorno, Susanna Lioi, Valter Valli Fiore, Daniele De Geronimo, Vincenzo Parisi, Mariacristina Parravano Fondazione G.B.Bietti-IRCCS INTRODUZIONE E OBIETTIVO La degenerazione maculare legata all’età (DMLE) è la più frequente causa di cecità negli individui al di sopra dei 50 anni nei paesi industrializzati. In uno studio è... read more
Il ruolo dell’effetto apprendimento nella perimetria computerizzata

Paolo Fogagnolo, Maurizio Digiuni, Luca Rossetti Clinica Oculistica, Ospedale San Paolo, Milano INTRODUZIONE La diagnosi di glaucoma o di progressione della malattia è ancora oggigiorno in larga parte affidata allo studio del campo visivo mediante perimetria computerizzata. Eventuali artefatti perimetrici rappresentano quindi elementi di disturbo che limitano le capacità diagnostiche a nostra disposizione. Questo effetto... read more
Case-finding strategy per il glaucoma primario ad angolo aperto (POAG)

Pier Franco MARINO Ambulatorio Oculistico Fondi – Distretto Centro – ASL Latina Ambulatorio Oculistico Fondi – Distretto Centro – ASL Latina INTRODUZIONE Il glaucoma è la seconda causa di cecità nel mondo. Secondo stime recenti, affligge globalmente 60 milioni di individui e 8.4 milioni sono i casi di cecità causata dalla malattia1. Con l’invecchiamento della... read more
Occhio secco e blefarite: studio epidemiologico e gestione clinica

Marta Sacchetti, Antonio Di Zazzo, Stefano Bonini Oftalmologia, Università Campus Bio-Medico di Roma Introduzione L’occhio secco è la malattia cronica della superficie oculare più frequente al mondo, definita come una malattia multifattoriale delle lacrime e della superficie oculare che provoca sintomi di discomfort oculare, instabilità del film lacrimale e disturbi visivi. Essa è accompagnata da... read more
Associazione di bioflavonoidi in pazienti con retinopatia diabetica

A.F. Penna Ca Roppi, P.M. Cia Varella, C. Longo , A. Labo Rante Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza IRCCS Dipartimento testa collo – Unità Operativa Complessa di Oculistica – San Giovanni Rotondo – FG Direttore: Dott. Antonio Laborante INTRODUZIONE E OBIETTIVO La perdita del visus dovuta alla Retinopatia Diabetica può essere legata a diverse cause,... read more
Fibre mieliniche peripapillari estese associate alla sindrome dell’interfaccia vitreoretinica

Andrea Perdicchi, Sara Verrilli, Angela Ciarnella, Cristina Mannino,Daniela Iacovello, Vito Fenicia Facoltà di Medicina e Psicologia “Sapienza” Azienda ospedaliera S.Andrea, Roma U.O.C di Oftalmologia Direttore: Prof. Santi Maria Recupero Introduzione La mielinizzazione dell’apparato visivo procede dal corpo genicolato laterale in senso anteriore, dal VII mese gestazionale al III mese di vita, arrestandosi a livello della... read more
Attività neuroprotettiva di una associazione di forskolin, omotaurina e carnosina su cellule ganglionari retiniche in vitro sottoposte a stress ossidativo

Dan Ji, Neville N. Osborne Introduzione e obiettivo Il glaucoma primario ad angolo aperto (POAG) è una malattia neurodegenerativa a lenta progressione che coinvolge le cellule ganglionari retiniche (RGC), per arrivare ad interessare quelle del nucleo genicolato laterale e quindi l’area visiva della corteccia cerebrale1. L’innalzamento della pressione intraoculare (IOP) è il principale fattore di... read more